#LaSpesaPiùGenuinaDellaProvincia

Rapanelli - 1 mazzo

Rapanelli - 1 mazzo

Prezzo di listino
€2,00
Prezzo scontato
€2,00
Prezzo di listino
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Origine: Lazio
Il ravanello, Raphanus Sativus, è originario dell’Asia e appartiene alla famiglia delle Brassicaceae. Quello comune, rosso e rotondo, si raccoglie in primavera ed estate e cresce in tutti i paesi del bacino mediterraneo. Essendo costituiti per il 90% da acqua, i rapanelli favoriscono la diuresi e aiutano l’organismo a depurarsi. Ricchi di potassio, vitamine C e B, fibre e antiossidanti, sono in grado di abbassare la pressione sanguigna contrastando il ristagno dei liquidi. Sono considerati dei buoni anticellulite naturali. La presenza di vitamina C stimola le difese immunitarie, mentre le fibre aiutano il transito intestinale soprattutto in chi soffre di stipsi. Ma attenzione alle quantità: se assunti in eccesso, i rapanelli possono irritare le pareti gastriche e intestinali e causare flatulenza. Il loro consumo è controindicato in caso di gastrite, reflusso gastroesofageo, colite o colon irritabile e calcoli renali. I nutrienti presenti nei ravanelli favoriscono anche la corretta crescita della flora batterica intestinale e riducono i livelli di glucosio e di colesterolo nel sangue. Luteina e zeaxantina da parte loro svolgono un’azione antiossidante proteggendo gli occhi dalle radiazioni luminose. I rapanelli hanno proprietà disintossicanti per tutto l’organismo. Grazie alle fibre, alla grande quantità di acqua e alla presenza di zolfo, queste radici aiutano a eliminare scorie e sostanze dannose per il corpo depurando soprattutto il fegato e i reni. I ravanelli possono colorare le insalate se aggiunti a rondelle, oppure si possono mangiare in pinzimonio durante l’antipasto. Possono essere aggiunti ai succhi di frutta e ai centrifugati. Il loro sapore, un po’ piccantino, si abbina bene con quello delle più dolci carote, pere e mele, ma anche con il limone, lo zenzero, le verdure in foglia.