I MIGLIORI PRODOTTI A CASA TUA - CONSEGNA SEMPRE GRATUITA

Carciofi Senza Spine - 4 pezzi
Carciofi Senza Spine - 4 pezzi
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Carciofi Senza Spine - 4 pezzi
  • Carica l'immagine nel visualizzatore di Gallery, Carciofi Senza Spine - 4 pezzi

Carciofi Senza Spine - 4 pezzi

Prezzo di listino
€5,90
Prezzo scontato
€5,90
Prezzo di listino
€5,90
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Origine: Puglia

Quando si pensa ai carciofi pugliesi si pensa che la coltivazione di questi ultimi sia parte integrante del territorio un pò da sempre, come avviene per gli ulivi. Non è esattamente così. Il carciofo è stato introdotto in Puglia come coltivazione solo dopo la seconda guerra mondiale, se tralasciamo alcuni piccoli appezzamenti ad esso dedicato agli inizi del Novecento, tra Bari e Lecce. Solo dopo la Seconda Guerra Mondiale, come si diceva, il carciofo è stato introdotto in Puglia, e nello specifico nel brindisino e nel foggiano, zone che ad oggi hanno una forte vocazione in tal senso. Da allora, infatti, la superficie territoriale destinata alla coltivazione e produzione delle piante di carciofi è andata via espandendosi.

 

 

Valori nutrizionali

valori per 100gr di prodotto:

  • 22 kcal
  • Proteine ​​2,7 g
  • Grassi 0,2 g
  • Carboidrati 2,5 g
  • Zuccheri semplici 1,9 g
  • Fibra 5,5 gr

 


 

Prima di essere pronti per la cottura, hanno bisogno però di una pulizia completa: per pulire i carciofi, prima di tutto, è necessario privarli delle punte e delle foglie esterne perché sono troppo dure e rovinerebbero la preparazione. Eliminando le foglie più esterne, raggiungerete il cuore morbido e delicato di questo alimento.

Inoltre, per evitare il sapore amaro, si deve eliminare la peluria interna che si trova al centro, detta anche “barba” o “fieno”. Si deve sempre ricordare che i carciofi, una volta che sono stati tagliati si ossidano e quindi vanno subito immersi in una bacinella contenente dell’acqua fredda acidulata con il succo di un limone ed è bene evitare di cucinarli in tegami di alluminio. Meglio scegliere una teglia in porcellana o terracotta.

Ecco alcuni consigli per cucinare i carciofi. Una volta puliti, e quindi rimossa la parte esterna, i carciofi freschi si prestano a essere cucinati davvero in moltissimi modi e quelli più giovani sono squisiti anche crudi, in una ricca insalata. Oppure realizzate un antipasto dell’ultimo momento come i carciofi sottolio con una nota di spezie, coriandolo e curry, per un tocco esotico.

Affettati finemente dopo essere stati a lungo in acqua e limone, sono perfetti accompagnati da scaglie di parmigiano grattugiato o pecorino e conditi con olio EVO, sale, pepe, prezzemolo tritato e qualche fogliolina di mentuccia: un’insalata semplice e fresca da gustare anche come piatto unico se arricchita da una mozzarella e dalle olive taggiasche.

Questa insalata è davvero la prima di una lunga lista di ricette che i carciofi ci regalano: diventano, infatti, un semplice ma gustoso contorno se cucinati in casseruola con aglio e olio.

Per questa facilissima ricetta si devono eliminare le parti più dure e togliere loro, con un coltello seghettato, due centimetri di punte dalla testa; quindi, si devono mettere in piedi in una casseruola dal fondo spesso che li faccia stare a contatto tra loro, aggiungere acqua fino a quasi metà altezza dei carciofi, tre cucchiai di olio extravergine d’oliva, uno spicchio d’aglio, sale e pepe.

Quindi, si deve coprire e cuocere a fuoco basso per 40 minuti circa. Alla fine della cottura, il liquido dovrebbe essere assorbito quasi del tutto e si possono servire insieme a qualsiasi tipo di secondo.

Per un contorno adatto a secondi di pesce e di carne, troviamo gli intramontabili carciofi gratinati, irresistibili perché a essere ben conditi sono anche molto croccanti. Una volta puliti a fondo, azione necessaria per togliere l'amarognolo a questa verdura, vanno bolliti in acqua e tagliati. I carciofi tagliati vanno così riposti in una teglia. E adesso passiamo alla preparazione del composto per gratinare: pan grattato, grana, prezzemolo, sale, pepe e un cucchiaio d'olio extravergine d'oliva. Gira a 180 °. Una volta che la parte eterna sarà dorata e avrà preso colore, i vostri carciofi saranno pronti da servire, anzi da gustare!